Il Pignoletto e i vini dei Colli Bolognesi

Pignoletto:

Il Pignoletto è il nome del vitigno autoctono da cui si ottiene questo vino unico, delizioso ed esclusivo che giustamente è considerato il "Re dei Colli Bolognesi". 

Il Pignoletto, ha un bel colore giallo paglierino scarico con riflessi verdolini e profumo delicato, fruttato, intenso dei fiori di biancospino, dal sapore secco, armonico, asciutto ed abbastanza persistente; inoltre è fresco di acidità.

Il Pignoletto viene prodotto in varie tipologie:
Classico
Superiore
Frizzante
Spumante
Passito

Barbera:

Ottenuto con uve Barbera all'85% ed un massimo del 15% di uve nere autorizzate e coltivate nel comprensorio Colli Bolognesi.

Sauvignon:

Ottenuto da uve di Sauvignon Blanc per almeno l'85% per il restante 15% da uve bianche autorizzate provenienti dal comprensorio Colli Bolognesi. Costituisce la base del "Bianco Bologna"
 

Merlot:

Ottenuto dall'omonimo vitigno per almeno l'85% e il restante 15% da uve nere autorizzate e coltivate nel comprensorio Colli Bolognesi. 

Cabernet Sauvignon:

Il Cabernet Sauvignon dei Colli Bolognesi è ottenuto da uve dell'omonimo vitigno per almeno l' 85% e da massimo un 15% di uve di altri vitigni a frutto rosso (tra cui il Merlot), autorizzati e raccomandati per la provincia di Bologna. Costituisce la base per il "Rosso Bologna"

Sulle Colline tra Bologna e Modena potrai trovare anche il Pinot, il Rieling Italico e lo Chardonnay.