L'Uva Saslà

Il vitigno Chasselas produce l'uva Saslà, un uva da tavola particolarmente gustosa e raffinata, dalla buccia molto sottile, con acini sferici, dorati e quasi trasparenti al momento della maturazione.

La coltivazione di questo vitigno, originario del Libano e portato in Europa dai Fenici,  si diffonde nel territorio dei Colli Bolognesi a partire dai primi anni del XX secolo, e vede il periodo di massima espansione negli anni 1925-1955.


La coltivazione del Saslà rappresentava una parte rilevante dell’economia dell’epoca del territorio, e attorno a questa coltivazione si sviluppavano mestieri e professionalità